La TOP 11 dei francesi ad aver lasciato il segno in Serie A

15 Ottobre 2020

Italia e Francia. Un rapporto particolare. Entrambe si temono, entrambe si invidiano. Nel calcio, le sfide tra le due Nazionali sono sempre state avvincenti e crudeli: la traversa di Gigi Di Biagio nel 1998, quella di Trezeguet nel 2006. I giocatori francesi li abbiamo temuti, fischiati. Poi, alcuni di loro sono stati acquistati da alcuni club italiani e sono finiti per diventare veri idoli delle più importanti piazze della Serie A. Nel giorno del compleanno di David Trezeguet e di Didier Deschamps, vogliamo mostrarvi la top 11 dei transalpini approdati nel massimo campionato italiano. È venuta fuori una squadra da capogiro che abbiamo deciso di schierare secondo il più classico dei 4-4-2. 

Sebastian FREY

Un portiere mostruoso. Capace di parate e colpi di reni inimitabili. Ci vide lungo l’Inter di Massimo Moratti, che prima lo acquistò, poi lo girò in prestito all’Hellas Verona, e infine lo lanciò in Serie A. Incomprensibile fu poi la scelta di lasciarlo partire: prima a Parma, poi a Firenze, e infine al Genoa. Seba Frey è diventato – ed è stato – uno dei migliori portieri in circolazione. Un gatto tra i pali. 

Lilian THURAM

Professionista esemplare. Grande calciatore, dotato di intelligenza tattica e un’esplosività impressionante. Thuram si fa conoscere prima a Parma, e successivamente alla Juventus, dove vincerà tutto, o quasi, perché la Champions League l’ha solo sfiorata, purtroppo per lui. In totale, vanta 307 partite in Serie A. 

Marcel DESAILLY

Campione d’Europa con l’Olympique Marsiglia nel 1993, Desailly viene acquistato dal Milan di Berlusconi un anno dopo. A Milano, con Fabio Capello, si riscopre anche come ottimo centrocampista, e risulta fondamentale per la vittoria della Champions League al primo anno con la maglia rossonera. Una maglia che ha vestito per 187 volte, segnando anche sette gol. Marcel Desailly è un altro giocatore che in carriera ha vinto tutto. 

Laurent BLANC

Il Professore. Non stiamo parlando della Casa di Carta ma di uno dei difensori più forti che la Nazionale francese abbia avuto. Una sicurezza. In Serie A approda prima a Napoli, nel 1991. Poi, dopo un ritorno in patria, verrà acquistato dall’Inter di Massimo Moratti nel 1999. Novantotto partite totali in Serie A e dodici gol. Perché Blanc era anche un abilissimo rigorista. 

Vincent CANDELA

Ha fatto innamorare i tifosi giallorossi, con le sue sgroppate sulla fascia e la sua eleganza in campo. Otterrà un eterno posto nel cuore dei tifosi della Roma dopo lo Scudetto ottenuto nel 2001: fu suo l’assist per Totti che diede il là al magico pomeriggio romanista del 16 giugno, giorno in cui la Roma fu consacrata campione. Un giocatore che, per questo e molto altro, viene sempre ricordato con affetto da ogni tifoso giallorosso.