La Top 11 dei doppi ex del Derby della Mole

4 Luglio 2020

Robert JARNI – Juventus: 30 presenze – Torino: 31 presenze

Calciatore imprescindibile nella sua Nazionale, con cui ottenne lo storico bronzo a Francia ’98 con tanto di gol alla Germania, tuttavia fu eterno comprimario nel capoluogo piemontese, durante l’era bianconera. Dopo le buone stagioni al Bari, il passaggio al Toro dove colleziona trentuno presenze fra campionato, Coppa Italia, Supercoppa Italiana e Coppa UEFA con l’unico gol stagionale contro i norvegesi del Lillestrøm. L’annata successiva rimase a Torino ma passò alla corte della Vecchia Signora. Venne utilizzato poco e non entrò mai nelle grazie di Lippi, eppure vinse comunque lo Scudetto.

Christian VIERI – Juventus: 36 presenze – Torino: 10 presenze

Dopo l’esperienza giovanile nell’amata Prato, il giovane Bobo mosse i suoi primi passi di una strepitosa carriera proprio al Toro, giocando dieci gare ufficiali, e segnando il suo primo gol in Serie A al Genoa. Chiuso da Casagrande, Aguilera, Poggi e Silenzi, decide di andarsene in prestito al Pisa, fino a quando dopo essere passato per Ravenna, Venezia e Bergamo non arriva la chiamata dell’Avvocato Agnelli. Quattordici reti in trentasei gare nell’unico anno bianconero. Scudetto, Supercoppa Europea e Coppa Intercontinentale in tasca, basteranno per accettare le lusinghe spagnole dell’Atletico Madrid.

Aldo SERENA – Juventus: 71 presenze – Torino: 35 presenze

L’uomo dei derby. L’unico ad avere giocato le due stracittadine Milano e Torino con tutte e quattro le maglie. I tifosi granata ricorderanno particolarmente Serena per il derby datato 18 novembre 1984 quando, a un minuto dalla fine, siglò il gol vittoria dopo il momentaneo vantaggio bianconero di Platini e il pareggio di Francini. Al contrario, i supporter bianconeri rammenteranno più volentieri il suo timbro nella stracittadina del 13 ottobre del 1985, dove grazie alla sua rete e a quella di Le Roi, la Juventus espugnò la resistenza dei cugini con il risultato di 2-1.

di Stefano Carta