Privacy Policy Il nuovo Del Piero e la rosa della primavera bianconera che dominò il torneo di Viareggio 2003

Il nuovo Del Piero e la rosa della primavera bianconera che dominò il torneo di Viareggio 2003

22 Novembre 2021

Agli inizi degli anni 2000, dalle parti di Vinovo una congiuntura astrale mise insieme una nidiata di talenti che prometteva tanto e mantenne abbastanza. A guidare quel gruppo un già brizzolato Gian Piero Gasperini, eroe orobico dei nostri tempi. E se in campionato non arrivò il successo (complice anche un Lecce spaventoso, con Bojinov, Chavanton, Pellè e Vucinic a guidarne l’attacco), il trofeo di Viareggio fu il palco che vide gioire i giovani bianconeri per tre anni di fila.

Quel gruppo così ricco di talento annoverava sì tanti potenziali campioni ma anche, naturalmente, calciatori che via via si sono persi dai radar dei palcoscenici più patinati. Per dirla con un cross-over televisivo ma pur sempre nostalgico: un po’ Saranno Famosi, un po’ Matricole e Meteore (“there’s a staaarmaan.. waiting in the sky…”). D’altronde, ai ragazzi coi sogni nel pallone basta poco per ritrovarsi nell’una o nell’altra fazione: talento si, ma anche un po’ più di tempo per esprimersi o, semplicemente, un pizzico di fortuna.

Vediamo insieme gli elementi che componevano la Juventus primavera 2002-2003.

PORTIERI

Nicola AVITABILE

Il portiere di Castellamare di Stabia vanta nel suo palmares 3 trofei di Viareggio consecutivi (dal 2003 al 2005). Rimane nel giro della prima squadra per qualche anno, senza mai esordire e prima di andare a giocare (poco) a Martina Franca e Sanremo. Dopo il ritiro, ha trovato posto nel Pisa Ovest come preparatore dei portieri.

Landry BONNEFOI

Buona promessa del calcio francese, il portiere transalpino arriva alla Juventus prelevato dal Cannes nel 2001. Dopo il prestito al Messina, con cui esordisce tra i professionisti, il classe ’83 torna in patria. Buon gregario, giocherà da titolare solo nel Digione, dal 2007 al 2009. Chiuderà la carriera in bellezza, piazzando il double campionato-coppa nazionale lussemburghese con il Dudelange nel 2019.

Antonio MIRANTE


L’affidabile guardiano della porta, originario di Castellamare di Stabia, vince 2 Viareggio con la Juventus e gioca per i bianconeri nell’anno della B, come vice-Buffon. E’ in Emilia che si consacra, giocando da titolare per Parma e Bologna tra il 2009 ed il 2018. Buona anche la sua esperienza nella capitale, dove si ritrova titolare al posto dell’evanescente Pau Lopez. Attualmente quarto portiere del Milan, per l’infortunio di Maignan. Più di una volta in orbita azzurra, senza però mai esordire.