Il Gol del Secolo: la classifica dei 10 gol più belli segnati ad un Mondiale secondo la FIFA

30 Giugno 2020

L’estate del 2002 sta per iniziare. Il nuovo millennio è appena iniziato ed è straordinariamente umana l’esigenza di effettuare bilanci. Un modo come un altro per salutare il secolo che se n’è appena andato, guardando al passato per tracciare la strada che porta al futuro. La parabola che ha portato il carrozzone del calcio verso il Mondiale di Giappone e Corea del Sud assume le sinuose traiettorie disegnate sul rettangolo verde da campioni provenienti da ogni angolo del globo: autori di opere indimenticabili che hanno saputo emozionare, senza distinzioni, neofiti ed appassionati.

Nell’estate del 2002, il Mondiale di calcio vive la sua prima, vera edizione globale: internet è ormai nelle case di tutti e quando Facebook non è ancora stato inventato, la FIFA si propone di coinvolgere i commissari tecnici di ogni popolo, disseminati sui cinque continenti, per interrogarli con – è il caso di dirlo – la domanda del secolo: qual è stato il gol più bello segnato durante i Mondiali? Il sondaggio ha coinvolto numerosissimi utenti ed alla fine ha avuto il merito di certificare quel che, forse, tutti già sapevano. Ma quali sono stati i dieci gol più votati? Andiamo a scoprirlo insieme.

10. Vincenzo SCIFO – Belgio-Uruguay 3-1 (Italia ’90) – 2.935 voti

Credits: Bob Thomas Sports Photography via Getty Images

Gioca per il Belgio, ma ha nome e cognome che più italiani non si può. Il fantasista dei Diavoli Rossi non rappresenta tutto fuorché un perfetto sconosciuto agli occhi dei tifosi che sono incollati sui televisori per godersi ogni momento di Italia ’90. Scifo, origini siciliane, ha giocato già nell’Inter di Trapattoni nel 1987-88 e, l’anno dopo il Mondiale, farà il suo ritorno nel Belpaese per vestire la maglia del Torino. Nel frattempo difende i colori dell’Auxerre ed il commissario tecnico belga, Guy Thys, gli affida le chiavi del centrocampo e la maglia numero dieci. Il rifinitore di La Louviere lo ripaga con una perla che confeziona in occasione del match nel girone di qualificazione contro l’Uruguay a Roma. Vincenzino, assistito da Franky van der Elst, riceve il pallone a trentacinque metri dalla porta difesa da Alvez e non ci pensa su due volte prima di far partire un missile che va ad infilarsi imparabilmente alle spalle dell’estremo difensore sudamericano. È la rete del temporaneo 2-0. Finirà poi 3-1 per il Belgio, ma la prodezza di Scifo rimane per sempre viva e presente nelle memorie dei cibernauti, nonostante siano passati ormai dodici anni.

9. Lothar MATTHÄUS – Germania Ovest-Jugoslavia 4-1 (Italia ’90) – 4.191 voti

Il tiro Lothar Matthaus prima che finisca il rete contro la Jugoslavia e diventi uno dei gol più belli realizzati al Mondiale

Cambiano protagonisti, non i Mondiali. Si rimane sempre in Italia, infatti, passando alla nona posizione della graduatoria stilata dai voti degli utenti sul sito della FIFA. Stavolta le attenzioni sono tutte per Lothar Matthäus, trascinatore della Germania Ovest lungo la strada che porta alla terza Coppa del Mondo teutonica. Il capitano dei teutonici ha l’opportunità di esibirsi nello stadio “di casa” in occasione dell’esordio nella manifestazione: a San Siro, infatti, Lothar mette a segno una doppietta contro la selezione balcanica ed il gol del momentaneo 3-1 è un compendio di forza, potenza e tecnica. Matthäus raccoglie la palla dietro il cerchio del centrocampo per poi progredire verso la porta difesa da Ivkovic. La retroguardia degli slavi gli si fa incontro per cercare di contrastarlo, ma invano. Quando il numero dieci arriva sulla linea dei trenta metri, lascia partire una saetta chirurgica che va ad insaccarsi alle spalle di Ivkovic. Uno slalom tra i paletti jugoslavi per iniziare la ricorsa al titolo iridato.

Change privacy settings