Tutte le rose del Mondiale Under-20 del 2005: la rosa dell’Italia era obiettivamente imbarazzante

2 Giugno 2020

SVIZZERA

Una vittoria contro la Corea del Sud e niente più. È questo il torneo della squadra elvetica, figlio di un girone proibitivo completato dalle corazzate Brasile e Nigeria. Peccato per quell’Under 20 svizzera: Philippe Senderos, Blerim Dzemaili, Johan Djourou, Reto Ziegler sono solo alcuni dei giocatori che compongono la rosa elvetica per la spedizione nei Paesi Bassi. Una squadra che poteva fare di più, magari, con la fortuna dalla propria parte.

Rosa Svizzera

Portieri: David González, Swen König, Daniel Lopar

Difensori: Arnaud Bühler, Ferhat Çökmüş, Johan Djourou, Christian Schlauri, Philippe Senderos, Siqueira Barras, Siqueira Barras

Centrocampisti: Tranquillo Barnetta, Sandro Burki, Blerim Džemaili, Vero Salatic, Pirmin Schwegler, Fabrizio Zambrella, Reto Ziegler

Attaccanti: Guilherme Afonso, Goran Antic, Marco Schneuwly, Johan Vonlanthen

TURCHIA

Mondiale Under 20 senza infamia e senza lode per i turchi che con una vittoria, un pareggio e una sconfitta arrivano terzi nel girone. La posizione, per come è maturata, permette loro di giungere agli ottavi da ripescati, ma qui l’avventura finisce a causa del 3-0 subito per opera della Spagna. Stelle di quella Turchia Under 20 sono Burak Yilmaz (esploso definitivamente da lì a qualche anno), Sezer Öztürk (miglior realizzatore ottomano con due reti) e Selçuk İnan (celebre capitano del Galatasaray).

Rosa Turchia

Portieri: Serkan Kırıntılı, Bekir Küçükertaş, Şener Özcan

Difensori: Aytaç Ak, Hakan Aslantaş, Yasin Çakmak, Murat Özavcı, Sezer Sezgin, Ozan Tahtaişleyen, Ergün Teber, Uğur Uçar

Centrocampisti: Olcan Adın, Gürhan Gürsoy, Selçuk İnan, Sezer Öztürk, Zafer Şakar

Attaccanti: Gökhan Güleç, Ergin Keleş, Ali Öztürk, Burak Yılmaz, Kerim Zengin

UCRAINA

Sarà l’ultima apparizione per la nazionale ucraina da lì a dieci anni. Anche il Mondiale di Olanda 2005 potrebbe concludersi anzitempo se non fosse per Oleksandr Aliev e lo stato di grazia in cui versa in quell’estate. Una forma che lo porta a essere vicecapocannoniere del torneo, con ben cinque gol, e a stupire il grande pubblico col suo tiro micidiale. Il mondiale ucraino si chiude agli ottavi contro la Nigeria, ma la nazionale di Kiev si rifarà nel 2019 con la conquista del titolo (il primo della sua storia).

Rosa Ucraina

Portieri: Leonid Musin, Bogdan Shust

Difensori: Oleg Dopilka, Dmitro Gololobov, Anatoliy Kitsuta, Andrey Proshin, Volodimir Samborskiy, Grigoriy Yarmash, Oleksandr Yatsenko

Centrocampisti: Aleksandr Aliyev, Volodimir Arzhanov, Andriy Derkach, Oleg Gerasimyuk, Sergiy Rozhok, Sergiy Silyuk, Oleksandr Sitnik

Attaccanti: Maksim Feshchuk, Oleksandr Gladkyi, AArtem Milevskiy, Artem Milevskiy, Dmitro Vorobey

USA

La nazionale americana Under 20 si ritrova in un girone di fuoco con la strafavorita Argentina, la più quotata Germania e l’Egitto nei panni della squadra-materasso. La qualificazione sembra difficile, se non impossibile, eppure arriva. A cambiare gli equilibri è la partita d’esordio contro l’Albiceleste: a sorpresa, gli americani portano a casa i tre punti e grazie a questa vittoria conquistano anche il girone. Massimo risultato (7 punti) col minimo sforzo (2 gol). Gli dei del pallone, però, sono imprevedibili ed è così che la nazionale a stelle e strisce becca agli ottavi la peggiore terza possibile: noi. Come nei loro migliori thriller, nonostante il vantaggio iniziale, gli USA cadono sotto i colpi di Galloppa, Pellé e un’autorete. The end. Tra i più “ricercati” di quella illusoria spedizione, negli anni a venire, c’è Freddy Adu che militerà anche nel Benfica e nel Monaco.

Rosa Usa

Portieri: Justin Hughes, Andrew Kartunen, Quentin Westberg

Difensori: Hunter Freeman, Michael Harrington, Patrick Ianni, Jonathan Spector, Marvell Wynne

Centrocampisti: Greg Dalby, Brad Evans, Benny Feilhaber, Eddie Gaven, Will John, Sacha Kljestan, Lee Nguyen, Nathan Sturgis, Danny Szetela

Attaccanti: Freddy Adu, Chad Barrett, Sammy Ochoa, Jacob Peterson

di Edward Margarone