Bayern Monaco-Psg: e se avessero giocato contro 20 anni fa?

7 Aprile 2021

Peter LUCCIN

Nella sua unica stagione parigina Luccin si fa notare per il record di cartellini gialli (13) nella Ligue1. Vive quasi tutta la carriera in Francia prima (Cannes, Bordeaux, Marsigli e PSG) e in Spagna poi (Celta Vigo, Atletico Madrid, Saragozza e Racing Santander). Termina la sua avventura da calciatore negli Stati Uniti dopo l’esperienza svizzera con la maglia del Losanna.

Mikel ARTETA

Attuale tecnico dell’Arsenal, cresce nelle giovanili del Barcellona che, non ritenendolo pronto all’esordio in prima squadra, nel dicembre del 2000 lo gira in prestito ai parigini dove rimane per una stagione e mezzo riuscendo a trovare spazio con discreta regolarità sia in campionato che in Champions League.

Jay-Jay OKOCHA

Numero dieci e leader tecnico dei francesi. Oltre i venti gol e i due trofei, nei suoi quattro anni parigini ha regalato ai tifosi prestazioni e giocate che valevano da sole il prezzo del biglietto. Assoluto protagonista anche con la maglia della Nigeria, con cui si laurea campione d’Africa nel 1994 e campione olimpico nel 1996.

Eric RABESANDRATANA

Il centrocampista francese naturalizzato malgascio – si, del Madagascar – dal non facile cognome veste la maglia rossa e blu del Paris Saint Germain per quattro stagioni a cavallo tra gli anni novanta e duemila, dando un grosso apporto sopratutto nella sua prima stagione dove vince Coppa di Francia, Coppa di Lega e Supercoppa francese.

Laurent ROBERT

Ala sinistra dotata di buona tecnica e un gran tiro dalla distanza, viene acquistato dal PSG nel1999. Nelle due stagioni a Parigi trova spazio con continuità, unendo alle giocate di qualità una buonissima concretezza sotto porta, sono infatti 24 le reti realizzate in 61 partite di Ligue 1.